CROMEG S.r.l. - P.IVA e C.F : 10311700966

Tecnologia

Tecnologia

TECNOLOGIA Tecnica innovativa di riporto cromo funzionale multistrato, con circolazione forzata dell’elettrolito in alta densità di corrente, realizzata per risolvere i problemi ambientali legati alla produzione di barre cromate, ridurre al minimo i costi di produzione e allestire un prodotto con avanzate caratteristiche qualitative. Il miglioramento dell’aspetto ambientale, consta nella totale eliminazione dello smaltimento dei rifiuti tossici, oltre alla sicurezza dell’impiego in celle ermetiche di titanio.                                        Gli impianti CROMEG sono progettati per produrre barre cromate con minore coefficiente                                                           di attrito statico e una resistenza alla corrosione superiore. Questa tecnologia permette il                                                           miglioramento della qualità del prodotto finale (ancoraggio e struttura molecolare) e il                                                           miglioramento della tribologia della superficie cromata in condizioni di lubrificazione a                                                           secco, minimizzando l’impatto ambientale dovuto a rumore, vibrazioni, perdite di fluido e                                                           lubrificazione, garantendo un minore inquinamento e consumo di energia. Gli impianti CROMEG, sfruttano il moto turbolento dell’elettrolito, il raffreddamento in linea e la configurazione della cella di cromatura, per abbassare la resistenza omnica della interfaccia, con l’aumento dello scambio termico e la relativa diminuzione di temperatura. Il rivestimento in fase di crescita è sottoposto ad intenso bombardamento dovuto a collisioni di ioni cromo per rimuovere le molecole non perfettamente aderite e compattare meccanicamente il rivestimento nel suo complesso. Migliori prestazioni: Riduzione dei costi di produzione (30%) per l’automazione dell’impianto Consumi globali di energia elettrica in - kWh - ridotti complessivamente del 90% Resistenza alla corrosione maggiorata di un fattore “12” Produttività superiore di un fattore “6” rispetto le tecnologie esistenti Migliore qualità del riporto e controllo totale della morfologia di riporto Assenza di fragilità dell’acciaio imputabile all’intrappolamento da idrogeno Altre caratteristiche chiave:  Rischio ambientale ridotto in concreto a zero  Controllo ottimale di processo e risparmio energetico complessivo  Utilizzo elevata densità di corrente – quindi notevole produttività Eccezionale rendimento faradico e contenimento controllato della reazione parassita da          idrogeno in completa sicurezza ambientale, con eliminazione degli scarichi e smaltimenti          residui di processo. La gestione dei bagni è controllata, con assenza di fanghi anodici e          ferrosi e impurità metalliche rilasciate nel bagno dalle matrici catodiche (mordenzatura).          I componenti gassosi vengono rimossi per assorbimento in una fase liquida e riutilizzati a          ciclo chiuso. Ridottissima emissione in atmosfera di CRO3+ = 0,0025 mg/h. Assoluta costanza e omogeneità della qualità (ISO 9004) Aderenza del film di cromo secondo norme UNI EN ISO 22819 punto 2.12 ATTIVITA’: - PRODUZIONE BARRE IN ACCIAIO CROMATO - PRODUZIONE BARRE CROMATE TEMPRATE AD INDUZIONE - RIVESTIMENTI IN DLC (Diamond Like Carbon) - PROGETTAZIONE IMPIANTI DI CROMATURA PER MANDRINI TECH HUB - STUDIO RIVESTIMENTI E NANOMATERIALI CON PROPRIETA’ ANTIMICROBICHE PERMANENTI
· · · · · · INNOVAZIONE TECNOLOGICA RISPETTO PER L’AMBIENTE
TECNOLOGIA Tecnica innovativa di riporto cromo funzionale multistrato, con circolazione forzata dell’elettrolito in alta densità di corrente, realizzata per risolvere i problemi ambientali legati alla produzione di barre cromate, ridurre al minimo i costi di produzione e allestire un prodotto con avanzate caratteristiche qualitative. Il miglioramento dell’aspetto ambientale, consta nella totale eliminazione dello smaltimento dei rifiuti tossici, oltre alla sicurezza dell’impiego in celle ermetiche di titanio. Gli impianti CROMEG sono progettati per produrre barre cromate con minore coefficiente di attrito statico e una resistenza alla corrosione superiore. Questa tecnologia permette il miglioramento della qualità del prodotto finale (ancoraggio e struttura molecolare) e il miglioramento della tribologia della superficie cromata in condizioni di lubrificazione a secco, minimizzando l’impatto ambientale dovuto a rumore, vibrazioni, perdite di fluido e lubrificazione, garantendo un minore inquinamento e consumo di energia. Gli impianti CROMEG, sfruttano il moto turbolento dell’elettrolito, il raffreddamento in linea e la configurazione della cella di cromatura, per abbassare la resistenza omnica della interfaccia, con l’aumento dello scambio termico e la relativa diminuzione di temperatura. Il rivestimento in fase di crescita è sottoposto ad intenso bombardamento dovuto a collisioni di ioni cromo per rimuovere le molecole non perfettamente aderite e compattare meccanicamente il rivestimento nel suo complesso. Migliori prestazioni: Riduzione dei costi di produzione (30%) per l’automazione dell’impianto Consumi globali di energia elettrica in - kWh - ridotti complessivamente del 90% Resistenza alla corrosione maggiorata di un fattore “12” Produttività superiore di un fattore “6” rispetto le tecnologie esistenti Migliore qualità del riporto e controllo totale della morfologia di riporto Assenza di fragilità dell’acciaio imputabile all’intrappolamento da idrogeno Altre caratteristiche chiave: Rischio ambientale ridotto in concreto a zero Controllo ottimale di processo e risparmio energetico complessivo Utilizzo elevata densità di corrente – quindi notevole produttività Eccezionale rendimento faradico e contenimento controllato della reazione parassita da                       idrogeno in completa sicurezza ambientale, con eliminazione degli scarichi e smaltimenti                       residui di processo. La gestione dei bagni è controllata, con assenza di fanghi anodici e                       ferrosi e impurità metalliche rilasciate nel bagno dalle matrici catodiche (mordenzatura). I                       componenti gassosi vengono rimossi per assorbimento in una fase liquida e riutilizzati a                       ciclo chiuso. Ridottissima emissione in atmosfera di CRO3+ = 0,0025 mg/h. Assoluta costanza e omogeneità della qualità (ISO 9004) Aderenza del film di cromo secondo norme UNI EN ISO 22819 punto 2.12 ATTIVITA’: - PRODUZIONE BARRE IN ACCIAIO CROMATO - PRODUZIONE BARRE CROMATE TEMPRATE AD INDUZIONE - Rivestimenti in DLC (Diamond Like Carbon) - PROGETTAZIONE IMPIANTI DI CROMATURA PER MANDRINI TECH HUB - STUDIO RIVESTIMENTI E NANOMATERIALI CON PROPRIETA’ ANTIMICROBICHE PERMANENTI
· · · · · ·
CROMEG S.r.l. - P.IVA e C.F : 10311700966